Comunicare al cliente lo status dell'ordine con una piattaforma cloud

giugno 20, 2022

20 giugno 2022

Comunicare al cliente lo status dell'ordine con una piattaforma cloud

La collaborazione è un elemento fondamentale affinché le imprese che operano nella supply chain riescano a gestire i rischi e risolvere le interruzioni rapidamente ed efficacemente, offrendo un’esperienza cliente eccellente.

Questa collaborazione è possibile grazie a piattaforme cloud che comunicano in tempo reale, permettendo alle aziende di rispondere con agilità alle condizioni mutevoli del mercato. L’elemento delle piattaforme cloud che abilita la collaborazione è dato – oltre dal fattore real-time – dal fatto che garantiscono piena visibilità di tutte le fasi della supply chain, generando una serie di benefici.

Diventano così un nuovo strumento per la logistica, e contribuiscono a sostenere la visione di catene distributive sempre più mature, responsabili, resilienti e digitalizzate.

 

Un fattore chiave per la collaborazione: visibilità della supply chain

L’introduzione o il miglioramento dei processi collaborativi nelle multi-enterprise supply chain business network (reti multiaziendali di supply chain) – vale a dire, il coordinamento tra i dipartimenti interni e i partner esterni per sostenere un flusso ottimizzato lungo tutta la catena – passa per l’utilizzo di una piattaforma cloud che acceleri la comunicazione tra le aziende, abilitando così la collaborazione. A regime minimo, una piattaforma collaborativa consente di facilitare lo scambio dati tra due aziende diverse, portare a bordo operatori di terze parti, aumentare la capacità di coordinamento di tutti i processi e segnalare eventuali anomalie, fornendo così un’esperienza cliente eccellente.

Però, le piattaforme collaborative a loro volta hanno un requisito fondamentale, e cioè la garanzia di offrire visibilità della supply chain, possibilmente in tempo reale.

“Per visibilità della supply chain si intende la capacità di ottenere senza sforzo informazioni on-demand e in tempo reale sullo stato, la condizione e la posizione di prodotti, materiali e inventari in qualsiasi parte del mondo e in qualsiasi punto del percorso della supply chain, in modo da consegnarli tempestivamente ai clienti.”

In altre parole, la visibilità della supply chain aiuta a tracciare e rintracciare tutti i prodotti in tempo reale lungo la catena di fornitura, in avanti o all'indietro.

I software di visibilità della supply chain forniscono informazioni sull'inventario che si muove attraverso le operazioni della catena verso i clienti, il tutto in tempo reale. Questa visibilità garantisce sia il controllo sia la responsabilità lungo tutta la supply chain, che si tratti di processi o di partner della catena. Una maggiore visibilità garantisce inoltre risparmi di costi e di tempo, e crea valore per il cliente.

Però la visibilità e la collaborazione si devono estendere su tutte le fasi della supply chain.

Gestire supply chain globali è impossibile senza visibilità end-to-end, cioè dalla produzione alla consegna al cliente finale: le interruzioni della produzione, la carenza di manodopera, le risorse limitate, l'aumento della domanda da parte dei clienti, l'inflazione, la necessità di innovare processi obsoleti, l'impennata dei costi logistici e la pressione sociale e legislativa per l'adozione di pratiche sostenibili hanno spinto la comunità imprenditoriale globale a rivedere le modalità di gestione delle supply chain e a investire in piattaforme digitali che aumentino la visibilità e facilitino la collaborazione tra diversi attori.

 

5 vantaggi della supply chain visibility

Abbiamo visto come le piattaforme cloud collaborative accelerino la comunicazione tra le aziende, migliorando l'efficacia della relazione con i partner. Ed è anche emerso che l’elemento principale di queste piattaforme è la piena visibilità in tempo reale di tutte le fasi e di tutti i processi della supply chain.

Questo porta una serie di benefici:

  • Aumento dei profitti: i dati che si ricavano su prodotti e ordini (attraverso i dispositivi di campo o altre fonti di dati) sono essenzialmente "briciole di pane" che seguono un articolo attraverso l'intera catena. Questa visibilità può svelare una serie di informazioni che possono davvero trasformare un'azienda e portare a un risultato economico molto più consistente;
  • Riduzione dei costi: la visibilità della supply chain spesso si traduce in una riduzione dei costi, soprattutto per quanto riguarda il servizio clienti e le opzioni di consegna, il che significa che le aziende possono utilizzare il loro tempo in modo più efficiente. È inoltre possibile tenere traccia dei prodotti difettosi destinati alla distribuzione, velocizzando le campagne di richiamo;
  • Migliore gestione del rischio: è possibile tracciare e rintracciare più facilmente i prodotti, e quindi si avrà una migliore gestione dell'inventario, il che può contribuire a ridurre i rischi di gestione del magazzino e di eventuali colli di bottiglia;
  • Maggiore accesso ai dati: la piena visibilità comporta un maggiore accesso ai dati, che consente di sviluppare informazioni più specifiche sui clienti e sui prodotti. Ciò può migliorare la pianificazione, la riduzione dei costi, l'aumento dell'efficienza e delle operazioni di assistenza ai clienti;
  • Gestione in tempo reale: si può ottenere un quadro in tempo reale delle richieste e dei livelli di inventario e dei fornitori. Invece di cercare informazioni, si può vedere in tempo reale l'offerta e la domanda dei prodotti, i livelli di stock nel magazzino e le tempistiche di consegna, per poi regolarsi di conseguenza.



Piattaforme cloud come nuovo strumento per la logistica

Prendiamo il caso concreto di un’azienda di distribuzione alimentare che avesse la necessità di verificare in modo semplice i prodotti ricevuti nei magazzini e di ottenere dati oggettivi da fornire ai diversi livelli di management, per poi comunicare al cliente lo status del suo ordine e prendere decisioni operative. Poniamo che questi processi avvengano in un contesto di fornitura estremamente frammentato, con volumi molto elevati e una digitalizzazione (da parte dei fornitori) a diversi livelli di avanzamento.

Adottando un’unica soluzione che abiliti la collaborazione tra diverse aziende sulla stessa piattaforma grazie a degli account dedicati, e introducendo funzioni di collaborazione per gestire attività e dati insieme ai fornitori – ad esempio, si possono condividere localizzazione della spedizione, modalità e mezzo di trasporto, tempistiche e località di pickup e di consegna, e molti altri elementi – si può fare leva sulla visibilità della supply chain per comunicare al cliente lo status del suo ordine e consentire così a tutti gli operatori e manager di lavorare con uno strumento comune e semplice da adottare.

“L’azienda di distribuzione si garantirebbe così un aumento prezioso della conoscenza granulare della propria filiera, una semplificazione in ottica digitale della relazione con i fornitori e un miglioramento generale delle operazioni.”

Se, per vari motivi, non si usa esclusivamente una singola piattaforma, e dovesse poi presentarsi la necessità di adottare un sistema integrabile con i sistemi legacy e futuri, esistono piattaforme avanzate che consentono di lavorare con i fornitori in modo semplice e collaborativo e di dialogare – come un connettore, anche senza API/EDI ma attraverso la lettura di mail e documenti in automatico – con i sistemi attualmente in uso o con le piattaforme utilizzate dai propri partner. 

 

Conclusione

Le piattaforme cloud collaborative accelerano la comunicazione tra le aziende, migliorando l'efficacia della relazione con i partner e garantendo un’esperienza cliente ottimale. Se l’elemento principale di queste piattaforme è la piena visibilità in tempo reale di tutte le fasi e di tutti i processi della supply chain, allora queste piattaforme hanno le carte in regola per funzionare come ponte nella collaborazione B2B, dando luogo a un nuovo strumento per la logistica.